Investire Online: Soluzioni e consigli per fare soldi online.

Il Trading online comporta un grado di rischio elevato.

HomeTradingI punti chiave del trading online: Significato, definizione e guida

I punti chiave del trading online: Significato, definizione e guida

Come fare trading online

 

Quando si parla di trading online si sta indicando un’attività redditizia sia per le banche di investimento, sia per le altre istituzioni finanziare che per l’investitore comune. Il trading con l’avvento di internet è diventato accessibile a tutti. L’attività di trading online, inoltre può rivelarsi educativa, interessante e può essere occasione di molte opportunità.

In specifico cosa significa trading online?

E’ l’azione di acquistare o vendere beni finanziari su Internet. Il commerciante per comprare o vendere il prodotto ha bisogno di una piattaforma di trading online.

A oggi gran parte delle persone investe online tramite un broker confacente. Esattamente un broker online è una società di brokeraggio che mette su internet, a disposizione di tutti, i suoi servizi. In passato invece l’investitore interagiva con il broker o per telefono o persino faccia a faccia, al contrario di adesso che si svolge tutto sul web.

Il trading online comprende la negoziazione di azioni, obbligazioni, valute internazionali, futures, e molti altri strumenti finanziari.

In cosa consiste il Trading online?

Sostanzialmente il trading online è l’atto di acquistare e vendere prodotti finanziari per mezzo di una piattaforma di trading online.

Le società di intermediazione, ovvero i broker, mettono a disposizione piattaforme di trading online a qualunque persona aspira a negoziare titoli finanziari.

Diversi anni fa, invece i trader, per investire, dovevano chiamare al telefono o incontrare personalmente i loro broker per effettuare uno scambio al posto loro, non avevano altra scelta. Dunque il broker aveva diversi compiti tra cui far sapere al commerciante qual era il prezzo di mercato ad esempio dell’azione, e una volta effettuata la richiesta di ordine il broker procedeva con l’investimento. A differenza di oggi l’intera procedura era molto lunga. Invece con la diffusione di internet ha reso gli investitori indipendenti, possono fare da sé.

Perciò i commercianti online possono sia acquistare che vendere titoli finanziari per conto proprio, senza l’aiuto di nessun altro.

Inoltre i trader online riescono a svolgere tutte le diverse azioni in maniera molto rapida, repentina. Così i trader hanno ottenuto un maggiore controllo sulle negoziazioni. Per di più possono gestire più posizioni contemporaneamente.

Tramite gli stessi broker oppure altri siti web gli investitori hanno accesso a una moltitudine di dati, informazioni complete su i mercati, gli scambi, le società e molto altro ancora.

Grazie a internet si è aperta a tutti la porta del mondo degli investimenti. Quindi anche l’individuo più in basso nella scala socioeconomica può fare trading online.

Oggigiorno per investire nel mercato finanziario basta avere un dispositivo elettronico con la connessione internet e qualche soldo a disposizione. Ma anche se il mercato è diventato più accessibile non significa che si deve prendere il trading online alla leggera.

Trading online come funziona

trading online come funziona

Per comprendere il trading online bisogna prima di tutto capire che i fattori di base che condizionano il comportamento e i prezzi del mercato sono la domanda e l’offerta.

Specificamente il movimento dei prezzi si verifica quando la domanda e l’offerta non coincidono, ad esempio se ci sono più potenziali acquirenti che venditori nel mercato di conseguenza il prezzo salirà, al contrario se ci sono più venditori che acquirenti il prezzo scenderà.

Questo sistema è molto semplice da capire e si può applicare, ad esempio ai principi del trading Forex, del trading CFD (Contratti per Differenza), oppure si può decidere di negoziare in Borsa su azioni a propria scelta.

Per iniziare è importante progettare delle strategie di trading online, a pensare a ciò che si vuole ottenere come trader, e a quali rischi si è disposti a correre.
E’ fondamentale anche imparare come perdere piccole somme di denaro e come guadagnarne di più imparando a gestire il rapporto rischio-rendimento per ogni transazione. Si consiglia di stabilire i propri obiettivi di profitto e anche quanto tempo si può dedicare all’attività di trading.

Per effettuare un ordine il trader, dopo aver effettuato le proprie ricerche, deve andare alla piattaforma di trading di sua scelta, dove potrà aprire una posizione sullo strumento su cui avrà deciso di investire. A questo punto potrà prendere visione, ad esempio del margine e del numero di unità che desidera acquistare per una specifica leva finanziaria.

Si raccomanda di iniziare in maniera graduale e aumentare quando si cominceranno a vedere dei risultati. Ogni volta che si apre una posizione è bene utilizzare anche gli ordini di stop loss.

Una volta aperta la posizione, si deve controllare il proprio investimento e tenere traccia dell’attività. Ad esempio se si nota un calo delle attività e i mercati non sono favorevoli, sarebbe indicato pensare a vendere, o si può decidere di attendere che lo stop loss si azioni per limitare le perdite.

È preferibile cambiare il proprio portafoglio di volta in volta, diversificando le proprie speculazioni. In ogni caso si raccomanda di seguire la propria strategia e di non speculare in maniera eccessiva.

Quando la propria posizione genera un utile che coincide al proprio obiettivo è bene chiuderla e ritirare il profitto.

La richiesta di prelievo può essere fatta tramite la piattaforma di trading, e risulta essere pratica e molto semplice.

Trading online: Forex come funziona, come investire e come guadagnare

Il mercato Forex a tutt’oggi rappresenta la tipologia di mercato che offre maggiori guadagni.

La maggior parte degli investitori sfrutta questa tipologia di mercato per effettuare una vera e propria speculazione sui valori relativi delle coppie valutarie effettuando una compravendita.

Comprano una moneta e ne vendono un’altra utilizzando a proprio vantaggio le variazioni dei valori relativi al tasso di cambio.

A differenza di quanto accadeva in passato, oggi i trader possono operare all’interno del mercato forex senza l’obbligo di recarsi in una piazza borsistica. Le piazze borsistiche servono soltanto da ancora dove tutti i venditori e gli acquirenti effettuano le loro operazioni di negoziazione.

Ora gli investitori possono fare trading ovunque si trovano, gli basterà avere una connessione internet e un device per connettersi.

Quando si fa trading Forex le tecniche che si possono utilizzare per effettuare una previsione sono svariate, ad esempio molti trader seguono le notizie economiche, altri invece si documentano attraverso le statistiche, ed altri ancora consultano i vari indicatori tecnici.

Per fare trading forex è bene rivolgersi a un broker specializzato per effettuare tali operazioni di investimento.

Si consiglia di porre particolare attenzione sulla legalità della piattaforma, quindi è bene verificare che questa sia regolamentata e provvista di tutte le licenze necessarie per poter operare nel nostro paese.

La piattaforma di negoziazione eseguirà l’ordine per il trader.

E’ un sistema semplice e veloce.

Mercato forex: caratteristiche

Il mercato forex è aperto 24 ore su 24 e cinque giorni su sette. Questa flessibilità ha permesso a molti investitori che lavorano di sfruttare il forex trading come un secondo lavoro. Quindi si può negoziare il mattino, il pomeriggio, la sera, in qualunque momento della giornata.

Il mercato Forex è così grande che nessuna organizzazione, nessuna banca centrale o governo, può controllare l’andamento dei mercati.

Quando si effettuano le negoziazioni forex è necessario un piccolo margine per comprare un contratto di valore molto più alto. Qui entra in gioco la leva finanziaria che da la possibilità di ottenere dei guadagni elevati riducendo al minimo i rischi di capitale.

Il mercato Forex è il mercato più liquido al mondo.

Considerando l’enorme volume di scambi del mercato Forex è possibile comprare o vendere la valuta al prezzo che si vuole in pochissimi minuti con un semplice click.

Migliori Broker Trading online (Testati dal nostro Staff!)

Piattaforme di Trading per: Forex e CFD

Piattaforme Trading Testate dal Nostro Staff

Broker Vantaggi* Conto Demo*
#1 ✓ BROKER DEL MESE!

Deposito minimo: 100€
“100% Affidabilità”
Apri conto Demo!
Apri un Conto Demo
Opinioni Markets
#2
Deposito minimo: 100€
Conto Demo di 100.000$!
Apri conto Demo!
Apri un Conto Demo
Opinioni 24option
#3
Deposito minimo: 50€
Conto Demo di 10.000$!
Conto Vip Esclusivo!
Apri conto VIP!
Apri un Conto Demo
Opinioni BDSwiss
#4
Deposito minimo: 10€
Fai trading con soli 10€!
Trade minimo: 1€
Apri conto Demo!
Apri un Conto Demo
Opinioni IQ Option
#5
Deposito minimo: 200€
Social Trading
Conto Demo di 100.000$!
Apri conto Demo!
Apri un Conto Demo
Opinioni eToro
#6
Deposito minimo: 100€
Conto Demo di 100.000$!
Apri conto Demo!
Apri un Conto Demo
Opinioni Avatrade

*Avviso di rischio: Gli investitori rischiano di perdere tutto il capitale con il Trading Online.
I Broker della lista sono certificati e autorizzati dalla CySEC (Cyprus Securities and Exchange Commission).
*Conto Demo: Per beneficiare del conto demo e fare trading senza soldi veri sui Broker elencati serve un primo deposito con soldi veri che rimarranno a disposizione del trader iscritto alla piattaforma.

CFD (Contract For Difference): cosa sono e come funzionano i Contratti per Differenza

Un Contratto per Differenza (CFD) è un prodotto derivato che da modo di scommettere sui movimenti dei prezzi di un bene su tutti i mercati finanziari.

I CFD consentono di investire su un mercato solo con una frazione del valore del bene che si sta acquistando, ossia la leva, incrementando così il potenziale profitto, ma questo vale anche le perdite.

In specifico un CFD è un accordo che avviene tra due parti per negoziare la differenza di prezzo di un bene finanziario.

Il guadagno e la perdita di una negoziazione sono determinati dalla differenza tra il prezzo di entrata e il prezzo di uscita del bene sottostante dal momento in cui il CFD viene aperto e chiuso.

I Contratti per Differenza, come già è stato detto, sono un prodotto con leva finanziaria, che offrono il potenziale per ottenere un guadagno più alto da un investimento iniziale inferiore rispetto all’investimento diretto nel bene scelto.

I CFD su azioni, materie prime, indici e forex danno la possibilità al trader di aprire una posizione senza dover assumere fisicamente la proprietà dell’attività sottostante.

Ciò rende i CFD ideali per i trader che desiderano ottenere un’esposizione maggiore sul mercato per una frazione dell’intero valore, pur essendo in grado di entrare e uscire rapidamente dalle negoziazioni.

CFD: Long o Short

Comprare CFD a lungo termine (Long) o a breve termine (Short) significa speculare sul prezzo delle attività in aumento o in diminuzione.

La differenza tra il CFD a lungo o a breve termine è la perdita potenziale o il profitto ottenuto dal trading.

Esattamente avere una posizione a lungo termine significa acquistare l’asset prevedendo che il prezzo aumenterà. E’ chiamato lungo perché di solito ci vuole un periodo più lungo per il rialzo dei mercati. Quindi andare lungo significa acquistare.

Prendere una posizione corta, invece, significa vendere, ovvero bisogna prevedere che il prezzo dell’asset scenderà. Si dice a breve perché, abitualmente, i mercati si abbassano in maniera molto rapida e brusca più di quanto non salgano. Perciò andare corto significa vendere.

CFD: la Leva Finanziaria nei Contratti per Differenza

Dal momento che si decide di iniziare a negoziare con i CFD, è bene sapere che i CFD sono un prodotto finanziario con “leva”.

Grazie alla leva si può investire con una piccola somma di denaro e ottenere profitti solamente da una piccola variazione nel mercato, ma negoziare utilizzando una leva elevata comporta rischi.

La leva può essere considerata un prestito, per il fatto che il broker finanzia una parte considerevole della quota di acquisto. La differenza tra il prezzo di apertura e quello di chiusura verrà risolta nel saldo del conto.

Con i CFD non si è mai possessori di un bene, come accade nel trading tradizionale, il broker si prenderà carico sia dell’acquisto che della vendita.

Il grande vantaggio di una leva elevata è che si possono ricavare elevati profitti investendo solo una piccola quota.

Quando la quota di un bene sale di un euro e si sta, ad esempio, utilizzando una leva di 1:30 si ottiene un guadagnano del valore di 30,00 euro. Quando, invece la quota scende di un euro, si vanno a perdere 30,00 euro. Questi guadagni o perdite saranno risolti direttamente sul proprio account.

La differenza tra il prezzo di apertura e il prezzo di chiusura determina il successo di una negoziazione.

Esempio di Trading online con Markets.com

Qui sotto vi riportiamo in specifico un esempio di operazione di Trading CFD, dove si è scelto di operare con il titolo azionario “Telecom Italia“.

La prima mossa da fare è quella di aprire un Conto Demo sulla piattaforma Markets.com. Per iniziare basta semplicemente selezionare la voce “Apri un Conto Demo Gratuito“. L’iscrizione è molto semplice e veloce. Si ha l’opportunità di registrarsi tramite l’account di Google+ oppure di Facebook, in questo modo si passa immediatamente alla piattaforma Demo che mette a disposizione €10.000.

1. Sulla nostra sinistra troviamo una sezione dove all’interno sono riunite diverse voci. Noi andiamo a cliccare sulla voce “Shares” e scegliamo come paese “Italy”;

guida-trading-cfd

SELEZIONE SHARES E ITALY

2. Ora nella seziona di destra ci troviamo tutte le azioni italiane. Noi scegliamo di investire su Telecom Italia. In base alla previsione si dovrà decedere se comprare oppure vendere. Noi, prevedendo che il valore salirà, abbiamo deciso di comprare.

guida-trading-cfd1

SELEZIONE TELECOM ITALIA E PREVISIONE

3. Il passo successivo consiste nell’inserire il numero di azioni sulle quali vogliamo investire. Di conseguenza sulla destra apparirà il valore del “Margine richiesto” per eseguire l’operazione, in questo caso è di €123,2. Dunque noi abbiamo deciso di comprare 100 azioni a 0,570 con un margine di 123,2€.

guida-trading-cfd2

QUANTITÀ DI AZIONI E MARGINE RICHIESTO

4. Abbiamo anche la possibilità di inserire il valore di “Take Profit“, ovvero si tratta di un ordine che viene inviato al mercato e che da la possibilità di chiudere in maniera automatica l’operazione aperta una volta che questa raggiungerà un livello prestabilito, registrando un determinato guadagno.

Nel nostro caso abbiamo €150, dunque il valore dell’azione dovrà arrivare a 0,720, dove il valore di acquisto iniziale è stato di 0,570;

guida-trading-cfd3

VALORE DI TAKE PROFIT

5. Noi decidiamo di inserire anche il valore di “Stop Loss“(“Stop alla perdita”), ossia si tratta di uno strumento che serve per chiudere in automatico l’operazione, una volta che ha raggiunto il valore predeterminato, per limitare la perdita massima.

Noi abbiamo €150, perciò il valore dell’azione potrà scendere a 0,420, dove in partenza il valore di acquisto è stato di 0,570);


VALORE DI STOP LOSS

6. Ora siamo pronti per procedere con l’operazione, quindi clicchiamo sulla voce “Inserisci un ordine”. Nella sezione centrale sottostante abbiamo la possibilità di controllare il trend del valore dell’azione. Inoltre se si vogliono cambiare i valori dello “Stop Loss” basta cliccare sulla voce “Aggiorna”, oppure cliccando sulla voce “Chiudi” abbiamo la facoltà di scegliere di chiuderla manualmente.

guida-trading-cfd5

ORDINE AVVIATO

7. Nell’eventualità che l’operazione si chiuda con successo, si può prendere visione del guadagno direttamente sul conto. Si può decidere di prelevarli in qualsiasi momento tramite la carta di credito o il bonifico bancario.

Si consiglia assolutamente di provare il Trading CFD con Markets.com aprendo un Conto Demo gratuito.

APRI UN CONTO DEMO GRATUITO CON MARKETS.COM

La leva finanziaria nel trading online

Quando si parla di leva finanziaria si fa riferimento all’utilizzo passivo, ossia all’indebitamento, per permettere ad esempio a una società o a un individuo di investire anche un importo minimo ottenendo un maggiore guadagno.

Perciò la leva intensifica il rendimento del proprio capitale solamente fino a quando il costo del debito risulta inferiore all’aumento dei profitti che si sono ottenuti proprio tramite il debito. Nel caso invece si verificasse una situazione opposta si otterrebbero delle forti perdite.

La leva finanziaria quindi produce un effetto moltiplicatore per il fatto che il trader investe solo una parte del suo capitale, dove il tasso di interesse è basso, e la redditività economica dell’investimento è notevole.

Prima di investire i propri risparmi è bene capire se la leva finanziaria risulti essere vantaggiosa.

Dunque se il guadagno è superiore al costo del debito la leva finanziaria è positiva, invece quando il guadagno è inferiore a costo dell’indebitamento la leva finanziaria è negativa.

Si può dire infine che può essere molto efficace perché permette agli azionisti di ottenere elevati ritorni finanziari, ma bisogna fare attenzione perché è alta la leva più la perdita può essere violenta.

Facciamo un esempio pratico. Se si decide di utilizzare un rapporto 1:5 vuol dire che per ogni €1 investito se ne muovono €5.

Ogni piattaforma di trading online da la possibilità di poter usufruire della leva finanziaria. Le piattaforme regolamentate come Markets.com, 24option e Plus500 si sono adattate alle norme dell’ESMA che ha ridotto la leva finanziaria per i i piccoli investitori.

    • In linea generale i valori della finanziaria dovranno essere:

    • per le coppie di valute principali: 1:30;
    • per per le coppie di valute secondarie: 1:20;
    • per tutte le materie prime e gli indici azionari secondari: 1:10;
    • per i titoli azionari: 1:5;
    • per le criptovalute: 1:2.

In specifico sulla piattaforma di Markets.com c’è la possibilità di scegliere tra le seguenti leve finanziarie:

Azioni

      • 1:10 Aziende non USA
      • 1:33 Azioni primarie USA

Criptovalute

      • 1:2 Bitcoin cash
      • 1:5 Per tutte le altre criptovalute

Materie prime

      • 1:10 Zinco e Alluminio
      • 1:50 Materie prime secondarie
      • 1:100 Materie prime primarie
      • 1:200 Oro

Indici

      • 1:150 Nazioni sviluppate
      • 1:200 Nazioni leader economiche

Forex

      • 1:50 Monete secondarie e esotiche
      • 1:300 Monete primarie

Segnali di mercato per il trading online

Esattamente i segnali di mercato sono nozioni commerciali che, in tempo reale, indicano le tendenze del mercato.

I segnali di trading vengono utilizzati allo stesso modo sia da trader principianti che professionisti.

La gran parte dei segnali comprende il tipo di posizione, ovvero compra o vendi, così come i livelli take profit e stop loss. Vengono forniti segnali, ad esempio su indici, coppie di valute, materie prime e criptovalute.

Quando si apre una posizione di acquisto o di vendita, in base ai dati del segnale attivo, e si vogliono utilizzare i segnali basta semplicemente copiarli manualmente nella propria piattaforma di trading.

Per acquistare o vendere un asset è bene affidarsi ai segnali di mercato che sono generati dall’analisi che a sua volta viene creata da professionisti che utilizzano indicatori tecnici. Tale analisi si può anche determinare tramite l’utilizzo di algoritmi matematici che si basano su azioni di mercato, nel caso in concomitanza con altri fattori di mercato, come gli indicatori economici .

I segnali di mercato possono essere generati sia in maniera automatica che gestiti manualmente dal momento che sono creati da analisti esperti che applicano differenti strategie di trading ai mercati.

Vuoi arrotondare il tuo stipendio?

Inizia a Guadagnare con il trading online con soli 10€!

Apri un Conto Demo Gratuito!
FOLLOW US ON:
Migliori broker di T
Diminuisce lo spread

aleciotti@gmail.com

Rate This Article:

Conto Trading Demo Gratis

Conto Trading Demo Gratis