Investire Online: Soluzioni e consigli per fare soldi online.
Il Trading online con Opzioni Binarie comporta un grado di rischio elevato.
HomeNewsIl Pil italiano nel 2014-2016

Il Pil italiano nel 2014-2016

STABILIMENTO ALSTOM

Il Pil italiano nel 2014 ha registrato un -0,4%, con il conseguente aumento del debito della pubblica amministrazione.

I valori assoluti del Pil italiano sono leggermente diminuiti nell’ultima parte del 2014, ma per effetto degli arrotondamenti la variazione rispetto al terzo trimestre è stata nulla.

L’Italia non cresce da 3 anni con una conseguente perdita di circa 73 miliardi di euro, passando dai 1.615 miliardi del 2011, a 1.542 miliardi nel 2014

Dal lato della domanda, il contributo negativo è compensato dalla componente estera, infatti nello stesso periodo, il Pil è aumentato dello 0,7% negli Stati Uniti e dello 0,5% nel Regno Unito.

La crescita dell’economia tedesca nel quarto trimestre del 2014 è stata dello 0,7%. Il debito della pubblica amministrazione è salito a fine 2014 a 2.134,9 miliardi. A fine 2013 il debito era di 2.068,7 miliardi.

L’aumento del debito nel 2014 è stato di poco superiore al fabbisogno delle amministrazioni pubbliche contenendo il debito a 8,7 miliardi.

La Banca d’Italia ha rilasciato le sue previsioni economiche di crescita per il Paese dopo che la Banca centrale europea era impegnata negli acquisti degli asset per stimolare una ripresa e l’inflazione in tutta e 19 le nazione.

Il prodotto interno lordo in Italia si espanderà oltre il 0,5 per cento quest’anno. L’economia della nazione lotta per uscire dalla sua più lunga recessione e si trova a beneficiare di uno stimolo senza precedenti dalla BCE che ha rilasciato più di 1.100 miliardi dollari attraverso il quantitative easing.

“L’Italia è tra i paesi che stanno lottando duramente per dare un nuovo inizio alla strada della ripresa”, ha detto Visco. L’effetto degli acquisti della BCE potrebbe superare 1 punto percentuale nel 2015-16.

La Commissione europea il 5 febbraio ha stimato che l’economia in Italia crescerà dello 0,6 per cento quest’anno, sostenuta dalle esportazioni e da un “leggero miglioramento” della domanda interna.

Il Direttore del Fondo Monetario Internazionale, Carlo Cottarelli ha detto in una intervista che l’FMI ha probabilmente aumentato le sue previsioni per il 2015 di crescita per la regione euro a causa del programma QE e il calo dei prezzi in euro e petrolio.

Vuoi arrotondare il tuo stipendio?

Inizia a Guadagnare con il Trading binario con soli 10€!

Il broker IQOption
FOLLOW US ON:
Posta Elettronica Ce

aleciotti@gmail.com

Rate This Article:
NO COMMENTS

Sorry, the comment form is closed at this time.

Prova le Opzioni binarie con soli 10€!

Prova le Opzioni binarie con soli 10€!